ORZO PERLATO CON VERDURE CROCCANTI

orzo perlato

l’Orzo Perlato con Verdure Croccanti è la seconda ricetta del progetto in collaborazione con il poliambulatorio IAEM. Ho incontrato Eleonora Rubaltelli all’interno del poliambulatorio e insieme abbiamo pensato un piatto per chi vuole mangiare bene, tenersi in forma e mantenere il proprio organismo sano e pulito.

ricette docfaber

Il parere del dietologo

“l’orzo è un cereale molto energetico per calorie e per contenuto di vitamine del gruppo B.  E’ molto ricco in fibre e molto povero di grassi quindi risulta ben digeribile.
Insieme all’avena, è uno dei cereali che riscaldano di più in inverno. Per il suo apporto calorico ed energetico è indicato a pranzo e come pasto prima di una gara sportiva.

Il sedano ha proprietà diuretiche, depurative e disintossicanti per l’organismo ed è perfetto per chi vuole stare attento alla linea in quanto conta pochissime calorie.”

Ingredienti

  • 250gr Orzo
  • Zafferano
  • 1 Porro
  • 1 gambo di sedano
  • 100 gr Cavoletti di Bruxelles
  • 100gr Cavolo romanesco
  • 50 gr Cavolo nero
  • Olio sale

Preparazione
Mettete a cuocere L’orzo seguendo le istruzioni riportate sulla confezione, aggiungendo all’acqua di cottura una bustina di zafferano. In una padella scaldate due cucchiai di olio e fateci rosolare il porro, poi aggiungeteci il sedano tagliato a fettine e le foglie di cavolo nero tagliato a striscioline; lasciate cuocere per pochi minuti, le verdure infatti devono rimanere croccanti. Nel frattempo sbollentate alcune cime di cavolo romanesco e i cavoletti di Bruxelles, anche questi devono rimanere croccanti, una volta pronti immergeteli in acqua fredda e ghiaccio per bloccare la clorofilla. Cotto L’orzo e tutte le verdure, ora non resta che assemblare il tutto: incorporate L’orzo e i cavoletti di Bruxelles nella padella con le verdure e fate saltare per amalgamare bene tutti gli ingredienti tra loro, per ultimo aggiustate di sale e servite singolarmente completando con le dimette di cavolo romanesco.

ricette docfaber

 

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email