Come preparare la pelle alla bella stagione

Il primo sole può rivelarsi fatale se non si arriva preparati: arrossamenti, eritemi, piccole scottature e persino insolazioni. Prima di affrontare la tintarella occorre quindi preparare l’epidermide.Il primo step è l’esfoliazione, che libera dalle cellule morte accumulate durante l’inverno e consente alla melanina, il pigmento che la cute produce per proteggersi dai raggi solari, di affiorare in superficie con maggiore facilità. In questo modo vengono eliminati gli ispessimenti cutanei che causano le classiche macchie. Oltre che dall’esterno di può scegliere di agire anche dall’interno, assumendo un mese prima della vacanza al mare, degli integratori a base di betacarotene, acido lipoico, vitamina A, C ed E, che oltre a proteggere dagli effetti ossidanti dei raggi solari, contribuiscono alla produzione di melanina. Anche per l’alimentazione è fondamentale la giusta idratazione. Largo quindi all’acqua e ai centrifugati di frutta. Sì a piatti a base di pesce ricchi in omega 3, verdure per i carotenoidi e gli antiossidanti, come le carote, i pomodori, la zucca, i broccoli, i cavoli e gli spinaci, oltre che frutta come albicocche, pesche, melone e cocomero altamente idratanti. Per lo spuntino, mandorle e pinoli, e anche avocado, come anti-rughe.

Fabrizio Malipiero. Trendy – Il Resto del Carlino – maggio 2009.

 

 

 

 

trendy-maggio-09

 

 

 

I commenti sono chiusi