Baccalà al forno con olive e cipolle

direttamente dall'app docFaber !

Proprio grazie al suo basso contenuto di grassi (notevolmente minore rispetto alla carne rossa), il Baccalà, si è meritato il titolo di “Pesce Magro” per eccellenza.

Si tratta di un alimento sano e che è in grado di sposarsi con diversi cibi grazie anche alla sua versatilità in cucina.

 

Il Baccalà presenta un contenuto proteico maggiore di quelle della carne e le proteine ricavate sono ad alto valore biologico.

Inoltre, il baccalà presenta una componente importantissima durante la fase di crescita dei ragazzi ma anche durante la fase di sviluppo del feto in gravidanza, cioè l'amminoacido Lisina. La Lisina è un amminoacido che serve al nostro corpo principalmente per la realizzazione di nuovi tessuti dopo aver subito traumi quali lesioni, abrasioni e/o interventi; infine aiuta nella crescita muscolare.

Una credenza popolare invitava le donne in gravidanza a mangiare molto baccalà in quanto pare che aiutasse ad incrementare e a sviluppare l’intelligenza dei nascituri.

Il baccalà è soprattutto ricco di acidi grassi polinsaturi Omega3, la cui importanza è ormai ben nota in tutto il mondo.

Gli Omega 3 permettono di regolare i vari livelli di colesterolo presenti nel sangue favorendo il colesterolo “buono” a discapito di quello “cattivo”. Inoltre, riducono i rischi di malattie degenerative, cardiache e di altre patologie più gravi come l’ictus, l’Alzheimer, il cancro e molte altre.

 

Ingredienti per 3-4 persone:

800 gr filetti di baccalà già spinato e ammollato, 3 cipolle, 150 ml vino bianco, una bella manciata di olive dolci, 200 gr di pomodorini, un ciuffetto di prezzemolo tritato, mezzo cucchiaino di salsa di pomodoro piccante, sale marino integrale, olio EVO.

Preparazione:

Tamponate bene i filetti di baccalà, quindi dorateli in una padella con olio caldo e poi metteteli da parte. Nel frattempo mettete ad appassire in un fondo un minimo di olio, in un altro tegame le cipolle affettate sottili, poi aggiungete la dadolata di pomodorini e sfumate col vino. Proseguite aggiungendo il prezzemolo tritato e le olive, salate leggermente e fate cuocere per 10 minuti a fiamma bassa col coperchio. Solo se necessario aggiungete mezzo bicchiere di acqua. Trascorsi i dieci minuti aggiungete la salsa piccante e mescolate il sughetto poi aggiungete i filetti di baccalà, irrorateli col sugo, rimettete il coperchio e cuocete a fiamma sempre bassa per 15 minuti. Il suchetto si trasformerà quasi in una cremina.

Nessun commento ancora

Lascia un commento