Il connubio perfetto tra alimentazione e buon umore

Mangiare bene non è una restrizione, ma deve essere uno stile di vita per chiunque vuole bene a se stesso e al proprio corpo.

Mangiare bene non è una restrizione, ma dev’essere uno stile di vita per chiunque vuole bene a se stesso e al proprio corpo. Una cattiva alimentazione comporta danni salutari e non solamente estetici.

Fabrizio Malipierodietista nutrizionista e farmacista, 43 anni, nato a Bologna, ci spiega quali sono le motivazione per cui dovremmo rivolgerci ad un professionista come lui.

Conosciamo meglio il Dottor Fabrizio Malipiero

Il Dottor Fabrizio Malipiero, è un libero professionista e referente scientifico del Progetto IUNIC di Synlab Italia, per offrire assistenza scientifica e affiancamento nella refertazione per gli specialisti della nutrizione che utilizzano i percorsi IUNIC. Synlab ITALIA srl, azienda leader per analisi genetiche e biochimiche sul territorio. Lavora in squadra di professionisti.

Si occupa a 360° di nutrizione, è un consulente nutrigenomico e appunto, referente scientifico per il Progetto IUNIC di Synlab Italia. IUNIC è il nuovo progetto di SYNLAB: tre linee di benessere uniche, come unico è ognuno di noi: percorso IUNIC SENSITIVITY (test che indaga sulle intolleranze alimentari e quindi l’impatto che certi alimenti hanno sul nostro benessere gastro-intestinale), percorso IUNIC METABOLIC (test che indaga sulle cause personali di resistenza al calo del peso) e percorso ANTIAGING (test che indaga sui principali meccanismi di invecchiamento cellulare).

Oggi c’è un modo in più per prendersi cura di sé e del proprio benessere. Grazie allo studio integrato del DNA con particolari esami del sangue (BIOCHIMICA), possiamo orientare il nostro stile di vita e mettere in campo strategie preventive o di contrasto per conservare la salute e migliorare l’equilibrio psicofisico.

Oltre alla passione per la nutrigenomica, cioè la scienza che studia l’impatto che la dieta e lo stile di vita di ognuno di noi ha sull’espressione dei nostri geni, Fabrizio ha a cuore la salute di ogni individuo.

Definiamo l’educazione alimentare e la sua importanza

Educazione alimentare è l’insieme di tutti quei comportamenti alimentari e di stile di vita quotidiani che ci permette di raggiungere o mantenere uno stato di benessere psico-fisico e di prevenire la maggior parte delle malattie metaboliche.

L’importanza la si definisce da sola. La correzione graduale delle abitudini poco corrette, permette di non vivere in “sindrome da dieta perenne” e quindi di avere il lusso di mantenerla per tutta la vita. Non dieta, ma stile alimentare.

Quali sono i benefici psico-fisici di cui gode una persona che mangia sano e fa sport?

Maggiore energia e buonumoremigliore qualità del sonnomeno depressione, miglior ritmo intestinalepelle più distesa e luminosa, facilità maggiore nel mantenere un peso corretto, più consapevolezza nel gestire gli sgarri.

Quali sono i cibi che vengono definiti anti-invecchiamento?

Lamponi e melograno per il loro contenuto in acido ellagico (potente modulatore dei meccanismi genetici di DNA Repair), curcumina presente nella curcuma e nel curry (antiossidante e antinfiammatorio), olio extra-vergine di oliva (per il suo contenuto in vitamina E e oleuropeina, potente antiossidante polifenolico), tè verde (per la presenza di epigallocatechine, antiossidanti antimutagenici e antiproliferativi), salmone selvatico (per la presenza di omega 3 in forma già attiva e Astaxantina, carotenoide antiradicalico ad ampio spettro e antiage).

Breve elenco delle attività quotidiane che contribuiscono maggiormente alla salute generale di un individuo

Respirazione diagrammatica corretta, raggiungimento della propria sede lavorativa senza mezzi automatici ma con le proprie gambe, colazione sempre presente, masticazione tranquilla, pranzo non con panino ma con un primo o secondo leggero preceduto da una bella insalata, un bicchiere di acqua ogni ora, spuntini se necessario, cena leggera e non dopo le ore 20:00 (meglio sarebbero le ore 19:00, ma poco compatibili con i nostri ritmi purtroppo), arrabbiarsi il meno possibile.

Articolo da: ProntoPro Blog

Nessun commento ancora

Lascia un commento